luce e gas e libero mercato, come scegliere la tariffa

luce e gas

Offerte per luce e gas, come orientarci nel libero mercato

La fornitura dell’energia elettrica e del gas, rappresenta un tassello imprescindibile e fondamentale cui ognuno di noi deve necessariamente avere a che fare nel momento in cui si fa “il grande passo” e si decide di prendere casa con la nostra metà o perché no, anche da soli.

Possiamo dire da subito che oggigiorno sottoscrivere un contratto per la fornitura di luce e gas vuol dire poter scegliere tra una molteplicità di attori economici, ognuno di essi in grado di offrire determinate tipologie di tariffe e offerte dedicate per luce e gas.

La liberalizzazione del settore, e il conseguente approdo del libero mercato ha reso infatti possibile una maggiore concorrenza che ha livellato verso il basso le tariffe ed ha reso possibile per gli utenti la possibilità di accedere a sconti e offerte dedicate, in grado di soddisfare le nostre specifiche esigenze e allo stesso tempo non gravare oltremodo sulle nostre finanze alle prese con una crisi economica che fatica ad andare via.

Libero mercato e offerte luce e gas, ma come orientarci in questo nuovo paradigma?

 Offerte luce e gas, gli aspetti da considerare

Abbiamo poc’anzi anticipato che con l’avvento del libero mercato, nuovi attori privati sono potuti subentrare nel segmento, stravolgendo letteralmente le politiche di prezzi e offerte disponibili.

Oggi la scelta è nettamente più vasta, e ci sono compagnie che si stanno ritagliando spazi importanti in termini di clientela acquisita e consensi per la qualità di servizi offerti. E’ il caso ad esempio di Estra spa, una multiutility italiana che si sta imponendo come uno dei nuovi leader del settore grazie alle interessanti e ottime offerte per luce e gas che sta lanciando sul mercato.

Ma quali aspetti considerare quando ci ritroviamo a dover scegliere la tariffa adatta a noi?

Per quanto riguarda il gas, la prima cosa da fare è quella di effettuare una stima dei metri cubi cui necessitiamo per la nostra abitazione, tenendo presente come un nucleo familiare più vasto tenderà a necessitare molti più metri cubi rispetto ad una coppia o anche un single.

Molto importante inoltre quello di fare attenzione al prezzo bloccato, in grado di calmierare i prezzi dagli aumenti del gas disposti dal garante delle autorità e mantenere stabile il costo della bolletta per un periodo che va da sei ai ventiquattro mesi a seconda dei casi.

Anche per l’energia elettrica bisogna fare riferimento ad una nostra stima potenziale di consumo. In questo caso generalmente le strade da scegliere sono due: una tariffa di tipo biorario, con l’energia che costerà di meno in determinate fasce della giornata, oppure un offerta a prezzo fisso, dove sarete sicuri di quello che pagherete ogni mese senza dubbi sulla bolletta.

Altro aspetto da tenere bene a mente riguarda la modalità di pagamento, con le compagnie che generalmente riservano politiche di prezzo vantaggiose nei confronti di chi sceglie di pagare mediante addebito su conto corrente. Se intendete quindi trarre ulteriori vantaggi economici dite pure addio al vecchio bollettino prestampato!

In un ultima analisi, per molti scontato ma giova sempre ricordarlo, raccomandiamo di sfruttare le opportunità messe a disposizione dal web, in particolare modo visitando i portali comparatori di tariffe, dove potrete consultare in maniera facile e schematiche le varie offerte proposte dagli attori economici, e scegliere quella che meglio si presta alle vostre esigenze, sulla base degli elementi appena considerati.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.