Impostare Google Chrome come visualizzatore di default dei documenti PDF

Le build più aggiornate di Google Chrome hanno il loro visualizzatore interno per aprire e visualizzare i documenti PDF. Personalmente mi capita spesso di aprire documenti PDF senza scaricarli prima sul computer, e tutte queste volte ho utilizzato il visualizzatore interno di Google Chrome. A questo punto mi sono detto, ma se la maggior parte delle volte utilizzo il visualizzatore di Chrome, perché non disinstallare Adobe Reader e utilizzare sempre questo visualizzatore? Io l’ho fatto. Se volete farlo anche voi, dovete eseguire questa semplice guida.

Come prima cosa dovete trovare il percorso del eseguibile di Google Chrome. Per fare questo basta cliccare con il pulsante destro del mouse sopra il collegamento di Google Chrome e cliccare sulla voce Proprietà. Nella maschera delle proprietà dovete cliccare sul pulsante “Trova Destinazione” (Find Target). Qui dovreste trovare il file “chrome.exe”.

Lasciate la finestra aperta, per ricavare il percorso completo al eseguibile. A questo punto individuate un file PDF sul vostro computer e cliccate con il pulsante destro del mouse e selezionare la voce “Apri con…” dal context menu di windows explorer. Nella maschera successiva dovete cliccare sul pulsante Sfoglia in basso a destra. A questo punto copiate il percorso di Chrome individuato prima e incollatelo nella barra di ricerca sotto e poi premete invio. A questo punto dovreste trovarvi nella cartella di Google Chrome. Selezionate il file “chrome.exe” e poi cliccate su Apri.

Adesso dovreste trovarvi di nuovo nella maschera di scelta del programma con cui aprire il file PDF, ma con la differenza che adesso il programma selezionato è Google Chrome. Prima di cliccare su OK dovete spuntare la voce “Usa sempre il programma selezionato per perire questo tipo di file“. Cliccate su OK e vedrete che cambia l’icona che identifica i file PDF.

Questo è tutto. A questo punto potete anche disinstallare Adobe Reader, visto che il visualizzatore di Google Chrome basta e avanza.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.