Il robot “Ruby” risolve il cubo di Rubik in 10,69 secondi: Il record umano regge ancora

Un gruppo di studenti della Swinburne University of Technology, Melbourne, Australia, hanno realizzano un robot che riesce a risolvere il cubi di Rubik in 10,69 secondi, che sarebbe un record mondiale per un robot, visto che l’attuale record mondiale è di 18,2 secondi.

Il tempo impiegato dal robot comprende anche il tempo di scansione e analisi delle immagini per trovare la soluzione più veloce. Infatti, grazie ad una webcam
vengono scattate delle foto del cubo, foto che vengono processate dal software interno che genera la soluzione.

Anche se Ruby riesce a trovare la soluzione in cosi poco tempo, ne deve fare ancora di strada per battere il record di Feliks Zemdegs, un ragazzo australiano di 16 anni, detentore del record mondiale del cubo di Rubik con 6,24 secondi.

Ecco i video dei due record:

2 thoughts to “Il robot “Ruby” risolve il cubo di Rubik in 10,69 secondi: Il record umano regge ancora”

  1. Impressionante sia il robot che il ragazzo austrialiano.
    Da ragazzino è stato un grande rompicapo per me, ma alla fine dopo ore (e sottolineo ore!) ce l’ho fatta!

  2. E’ stata dura anche per me imparare a risolverlo, la soddisfazione però una volta risolto me la ricordo ancora.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.