Hacker colpisce Facebook: la ricompensa viene dal web

Hacker colpisce Facebook: ma la ricompensa viene dal web

Hacker colpisce Facebook: la ricompensa viene dal webLa storia di un hacker palestinese di nome Khalill Shreateh, ha davvero qualcosa di surreale: dopo aver scoperto e prontamente segnalato una falla di sicurezza su Facebook, grazie alla quale sarebbe stato possibile pubblicare dei contenuti sulla bacheca di chiunque, pur non essendone amico, il giovane hacker non avendo ricevuto le adeguate considerazioni e soprattutto il premio di 500 dollari per aver scoperto un’effettiva vulnerabilità, si è visto costretto a dimostrare la validità della sua tesi, andando a colpire direttamente la bacheca del fondatoreMark Zuckerberg.

Tuttavia l’azione è costata cara, in quanto in violazione della privacy e dei termini di utilizzo di Facebook il giovane non ha preso nessun centesimo e per di più il suo account di Facebook è stato bannato. Tuttavia l’accaduto ha avuto una notevole risonanza in rete, tanto che la Beyond Trust – azienda che si occupa di sicurezza informatica – ha colto l’occasione ed ha dato il via alla sottoscrizione via web, di una colletta di ben 10.000 dollari come ricompensa della sua segnalazione.

One thought to “Hacker colpisce Facebook: ma la ricompensa viene dal web”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.