Google I/O Giorno 2: Ecco come è andata

Ieri si è tenuto il secondo e l’ultimo giorno del Google I/O 2011. Tutti gli argomenti trattati durante questa giornata riguardavano Chrome. Iniziando con una presentazione del browser e su come stanno cambiando le tecnologie Web, Google ha fatto vedere moltissime cose, dimostrando anche la differenza tra GPU e WebGL, utilizzando i pesciolini della Microsoft. Molte demo che si sono tenute durante questa giornata hanno fatto vedere la potenza dei nuovi tool come il WebGL, input vocale in applicazioni come Google Translate e TInkerCAD, il programma CAD direttamente sul browser.

L’altra novità è stata l’apertura del Web Store di Chrome in tutto il mondo. Precedentemente lo Store era disponibile soltanto negli States, e adesso Google ha deciso di lanciarlo in 41 lingue differenti. Una notizia molto interessante, che farà piacere a tutti sviluppatori di applicazioni Google, è la facilità con cui potranno vendere l’applicazioni sul Chrome Web Store e sul 95% di guadagno su quello che si è venduto. Infatti, soltanto il 5% va a Google.

Una cosa che farà molto piacere agli amanti di Angry Birds è il rilascio di una versione online che si può giocare direttamente da Google Chrome. Il resto della giornata è proseguito con Chrome OS. Dopo il pilot program di Google con il CR-48, dal 15 giugno usciranno i primi due notebook con Chrome OS
come sistema operativo. Per maggiori dettagli cliccate QUI.

Il tutto si è concluso con una lieta notizia per tutti i partecipanti a cui Google ha deciso di regalare un Chromebook una volta che questi saranno disponibili. Anche quest’anno Google ha mostrato moltissime cose nuove durante questo evento, mostrando anche tutte le potenzialità dei suoi prodotti anche per il futuro.

Personalmente sono molto curioso con quello che accadrà con i primi notebook con Chrome OS. Voglio proprio vedere se anche questa volta Google abbia visto giusto. Grazie alle applicazioni offline, le potenzialità ci sono tutte, ma con Windows 8 alle porte non so quanto possano andare bene. Il tempo ci dirà se per l’ennesima volta Google cambia il modo con cui le persone usano le cose, in questo caso il computer.

Che ne pensate di tutte le novità Google? Curiosi anche voi dei Chromebook?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.