Fusione Fredda: La Nasa da ok sull’ E-cat di Rossi e Focardi

Dennis Bushnell, dirigente della Nasa, ha confermato, dopo alcuni test, il funzionamento dell’ e-cat di Rossi e Focardi, ribadendo che il macchinario messo a punto dai due italiani potrebbe rappresentare il futuro energetico del pianeta assieme alle rinnovabili.

Nella conferenza stampa Bushnell non ha mai parlato di fusione fredda ma ha sempre utilizzato il termine LERN, che indica il processo nucleare a bassa temperatura, ben diverso dalla chimera che tanti scienziati inseguono dagli anni sessanta.

Le teorie di Widom Larsen, che spiegano in maniera chiara il funzionamento della tecnologia LERN, non esplicherebbero il funzionamento dell’E-cat e proprio per questo Rossi insiste nel rivendicare la creazione del primo reattore di fusione fredda.

Foto Credits  Design Facts via flickr.com

5 thoughts to “Fusione Fredda: La Nasa da ok sull’ E-cat di Rossi e Focardi”

  1. Se guardate su internet, gli americani considerano Tesla l’inventore della radio…lo sapevate??? (guardate e stupite!)
    Il motivo si deve al fatto che Tesla lavorava negli Usa e gli americani hanno sfruttato l’invenzione di Marconi anche (ovviamente) per scopi militari non pagando diritti brevettuali a Marconi….L’ho letto su internet ma mi sembra vero poichè effettivamente nei siti appropriati l’inventore della radio è Tesla…in compenso hanno “ridato” la paternità dell’invenzione del telefono a Meucci (mentre ai tempi Bell si era “beccato” grande fama e grandi proventi dallo sfruttamento di tale invenzione).
    E ora diranno che Rossi ha sfruttato le loro teorie per giungere all’Ecat???

  2. resta il fatto che la “ricetta” per fare il famoso catalizzatore che da inizio alla reazione Ni – H la conosce solo Rossi.
    E forse è questo il motivo per cui il marchingegno rimane accuratamente oscurato dai media.

  3. il primo ad aver mai inviato un “segnale” radio è stato effetivamentge Tesla anche se non ne intuì, a differenza di Marconi, i possibili sviluppi… Questa è cosa certa come la morte!

  4. Anche questa volta rischiamo di ricadere nell’oscurantismo più assoluto! Molte volte hanno fatto sparire senzazionali scoperte su nuove fonti energetiche, che avrebbere capovolto le situazioni politiche ed economiche mondiali. Da una parte gli statunitensi: squali famelici, che divorano tutto in virtù del loro unico idolo e cioé il dollaro supremo padrone e controllore del mondo.
    Dall’altra parte i signori del petrolio e dell’energia nucleare: questi vedono lo spettro della perdita del controllo mondiale dell’energia e quindi lo stop ad incassi copiosi ed assidui nel tempo.
    Penso, che sia giunta l’ora di divulgare capillarmente la scoperta e vigilare attentamente sulla vita di questi nostri scenziati; non vorrei, che abbiano la stessa sorte di Enrico Mattei: ucciso dall’avidità dei signori del petrolio, con la complicità e le armi di nazioni gelose dell’affrancamento dell’Italia, per quanto avrebbe riguardato le fonti energetiche del momento.

  5. Le ultime novità sembrano presagire il meglio. Entro fine ottobre ci sarà una dimostrazione pubblica dell’e-cat in inghilterra dove si capirà meglio se la fusione fredda e’ un sogno o realtà.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.