Energie rinnovabili e fusione fredda: Biomasse al bivio sostenibilità

La realizzazione di un impianto che utilizza le rinnovabili è salito alle luci della ribalta in Italia, dopo che tutti i cittadini hanno espresso il proprio dissenso alla reintroduzione del Nucleare come fonte di energia.

In special modo, il fotovoltaico e la biomassa sono tra le più utilizzate per costruire impianti produttivi dal Mw in su.

La biomassa però, negli ultimi tempi sembra aver scoperto il fianco al costo degli olii necessari per far funzionare i motori che convertono energia elettrica.

Secondo gli addetti ai lavori si sta raggiungendo il pareggio fra i ricavi e i costi non riuscendo più ad avere un margine che renda appettibile questo tipo di impianti per gli imprenditori che decidono di avviare tali attività.

Tra le cause maggiori del rialzo dei prezzi vi sarebbe la massiccia importazioni di olio da parte degli stati asiatici, che avrebbero saturato l’offerta.

Secondo noi è giunto il momento di fare un pò di vigilanza da parte della Commissione Europea e dei singoli stati, affinchè non si inverta la tendenza degli investimenti privati e bancari in questo settore.

Foto credits  Fotos Gov/Ba via Flickr.com

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.