Arresto Parolisi: tutte le motivazioni della decisione

Secondo la Procura, Salvatore Parolisi, marito di Melania Rea, avrebbe agito da solo per mettere in atto l’uccisione e il vilipendio della donna, senza la complicità di terzi.

L’accusa avrebbe snocciolato una sorta di roadbook fotografico e scientifico per spiegare al giudice che ha accolto la richiesta di arresto per il caporalmaggiore, come si sarebbero svolti i fatti al bosco delle casermette in quel di Ascoli.

Salvatore e i suoi legali, secondo indiscrezioni, si sarebbero aspettati una mossa del genere e si sarebbero messi a disposizione degli inquirenti per cercare di chiarire e ribadire l’assoluta estraneità dell’uomo all’ omicidio.

Chi ha indagato è invece convinto del contrario e ormai punta tutto su una eventuale confessione dell’accusato, messo alle strette dalle dichiarazioni sempre smentite dai fatti.

Foto Credits  Frammenti dal profondo via Flickr.com

One thought to “Arresto Parolisi: tutte le motivazioni della decisione”

  1. PAROLISI E’ INNOCENTE! NON L HA UCCISA LUI MELANIA……SICURAMENTE PENSO CHE NON SIA CAPACE DI UN ATTO DEL GENERE CON TUTTA QUESTA METICOLOSA PREMEDITAZIONE…! BASTA SENTIRLO PARLARE PER CAPIRE CHE E’ UN IGNORANTE INCAPACE DI METTERE IN FILA 3 PAROLE…….MAGARI SARA’ UN UOMO DI M..E..R..D..A PERCHE TRADIVA IN CONTINUAZIONE LA MOGLIE! MA NON E’ UN ASSASSINO! E’ TROPPO STUPIDO PER ESSERLO! QUESTO E’ IL MIO PARERE

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.